Apple AirPods Pro A: Elettronica

(8 recensioni dei clienti)

279,50

Informazioni su questo articolo

Cancellazione attiva del rumore per immergerti nel suono

Modalità trasparenza per ascoltare il mondo intorno a te

Affusolati cuscinetti in tre taglie, realizzati in morbido silicone, per un comfort su misura

Resistenti all’acqua e al sudore

Equalizzazione adattiva che regola automaticamente la musica in base alla forma del tuo orecchio

Setup semplicissimo su tutti i dispositivi apple

Attivazione rapida di siri con il comando “ehi siri”

Custodia di ricarica wireless per oltre 24 ore di autonomia

5 disponibili | Tempo di Consegna 3/5 giorni lavorativi

EAN: N/A COD: B07ZPNLGDP Categoria:
Condividi

8 recensioni per Apple AirPods Pro A: Elettronica

  1. Louis

    Premessa: Io le ho comprate direttamente in Apple Store perchè qui non erano disponibili. Ma il prodotto è lo stesso.Non vi nascondo che ero molto incerto se acquistarle, un po’ per il prezzo davvero esorbitante (279€), un po’ per il fatto che possedevo già delle “vecchie” Airpods, e un po’ perché a me le cuffie in-ear non sono mai piaciute.Beh… Dopo 4 giorni di utilizzo mi sono dovuto ricredere, su tutto.Il suono è notevolmente migliorato rispetto alla versione precedente, la cancellazione del rumore, poi, è una cosa straordinaria: io la uso in metro o sul tram qui a Milano e fidatevi di me: NON VORRETE PIÙ FARNE A MENO di questa funzione. Cancella qualsiasi rumore. Sembra di stare da un ‘altra parte… e invece no, sei sempre sullo stesso tram rumoroso di ieri, con la differenza che oggi il rumore non lo senti 😉 .E questo, almeno per me, vale tutti i 279 euro. Non ha prezzo andare finalmente al lavoro senza dover sentire, nel vagone accanto, la signora che strilla al telefono alle 07.30 della mattina.Sul fatto che sono in-ear mi sono abituato subito: non sono come tutte le altre, sono morbide, entrano nell’orecchio che è una meraviglia e non vi accorgerete nemmeno che le state indossando.Insomma… purtroppo per il mio portafoglio, devo promuoverle a pieni voti. Non tornerei mai indietro alle vecchie Airpods.

  2. Francesco Menzera ✅

    A distanza di oltre un mese e mezzo posso esprimere un giudizio sulle AirPods, dato che le ho utilizzate negli ambiti più disparati, sempre con un risultato eccellente.Possedevo il primo modello di Air Pods della Apple e cioè quelle senza annullamento del disturbo e ricarica wireless, nonché con un fattore di forma “classico”.Inizialmente ero scettico sul dover usare cuffie diverse da quelle con stile “classico earpods”, ma dopo i primi giorni mi sono dovuto ricredere!Iniziamo a dire che la confezione, minimale come sempre, contiene diversi adattatori appunto adatti a diversi padiglioni auricolari. Durante il processo di configurazione, l’iPhone mi ha proposto di fare un test per verificare che i gommini inseriti fossero quelli giusti. Ma come avviene questo processo? E’ molto semplice, viene eseguito un test di aderenza degli stessi alle proprie orecchie, grazie al microfono che trasmette i suoni esterni e quindi è possibile selezionare i gommini giusti in base al proprio orecchio, ovviamente.Ho utilizzato questi auricolari a mare, con la cancellazione del rumore ed in pratica, alzando un po’ il volume, senza mai raggiungere il massimo, sono riuscito a godermi ore di musica senza alcun disturbo (voci, vento, mare, schiamazzi…).Altro uso è stato quello in conversazione, sia con uno che con entrambi gli auricolari e non ho ricevuto alcuna lamentela da parte degli interlocutori (si sa, spesso la voce percepita da un auricolare non è identica a quella percepita quando si parla direttamente dal microfono del telefono). Ebbene si, con Airpods Pro questo non avviene, perché la mia voce è sempre arrivata cristallina dall’altra parte del telefono.La modalità di cancellazione del rumore della quale ho parlato prima, è utilissima anche se siamo in ambienti non molto rumorosi perché ci permette un’esperienza immersiva nel suono e, per gli amanti della musica come me, è un plus davvero valido anche a giustificare il passaggio dalle più semplici (ed economiche) Airpods di prima e seconda generazione a queste Pro.La durata della batteria è fantastica e, ad essere sincero, non sono mai rimasto “a terra” cioè ho sempre potuto trascorrere giornate intere (ed anche più di una giornata) senza doverle ricaricare, dato che la ricarica della custodia è veloce e lo stesso dicasi per gli auricolari.Tirando le somme, un prodotto eccellente, in perfetto stile Apple, che non posso che consigliarvi.Spedizione Amazon eccellente come sempre!

  3. ERIK

    (Prese al black friday al prezzo di 240 invece di 279), a mio parere prezzo accessibile.Pro:• qualità audio migliorata rispetto alle AirPods di prima generazione.• Bassi più profondi• qualità del suono a volume alto eccellente. ( non distorce)• I gommini si adattano bene all’orecchio, ero turbato sul acquisto, pensavo di trovarmi male, invece l’adattamento e ottimo. Io le infilo fin dentro l’orecchio e l’audio mi arriva dritto nelle cervella!• Riduzione del rumore ECCELLENTE. quando sto in chiamata sembra che la testa mi sta per esplodere. Idem quando sento la musica. Non sento nessun rumore. Nessun disturbo! Viene tutto amplificato e il risultato è qualcosa di indescrivibile.Contro:• se prese a prezzo pieno non vale la spesa. 270€ per un paio di cuffie sono decisamente troppe. E parlo per esperienza personale, vedo mio utilità spendere 499€ per le Beats wireless 2 che per delle cuffie così.• pulsanti touch scomodi. Se avete i guanti e volete cambiare canzone o chiamare Siri vi risulterà scomodo centrare il Tasto virtuale. Per lo meno io faccio molta fatica. (Per cambiare canzone uso l ‘Apple Watch)• La batteria non noto miglioramenti rispetto al modello 1 .In conclusione, la spesa va fatta se non avete modelli precedenti di AirPods o se venite da Marche concorrenti! Non sono paragonabili ad altre cuffie come Samsung buds o simili. E tutt’altro mondo! Sia di qualità che di utilizzo. Io sono poi che soddisfatto della spesa fatta e non mi pento del acquisto. Se ti sono stato d’aiuto lascia un bel pollice in su!

  4. Lorenzo Mazzotti

    Prodotto davvero notevole. Per chi possiede altri prodotti del mondo Apple sicuramente saprà apprezzare al meglio queste nuove cuffie. Come sempre il prezzo non è troppo competitivo ma la qualità si paga.

  5. Fabio Moroni

    SPETTACOLARI!!! Provare per credere!!!!

  6. Claudio

    Cari amici ed amiche, finalmente dopo ben 3 generazioni le AirPods cambiano design e non solo, ed ora proverò a descrivervi tutte le differenze che ho potuto constatare rispetto alle precedenti AirPods 2, ed ahimè non parlo soltanto del prezzo, ma di tutta una nuova serie di features che le rendono veramente interessanti ed oserei definirle uniche nel loro genere, parto però da un presupposto, se non vi crea problemi il design in-ear, ve ne consiglio l’acquisto sin da subito, poiché l’upgrade fatto da Apple, ora più che mai è veramente incredibile, ma vi spiegherò tra poco più nel dettaglio il perché.Alcune premesse, le cuffie presentano due modalità d’utilizzo con iPhone, la modalità di cancellazione attiva del rumore e la modalità trasparenza, vi descrivo quindi la mia esperienza con ambedue le modalità.Sono vendute in un’unica soluzione rispetto alle precedenti quindi scompare la versione senza ricarica wireless e con ricarica wireless, queste AirPods Pro infatti hanno sia la ricarica tramite cavetto che quella wireless.Hanno un’equalizzazione adattiva, che risponde in modo intuitivo alla forma delle vostre orecchie adattando i suoni bassi-alti-medi in base a quest’ultima.Rispetto alle AirPods 2 presentano un miglioramento notevole nella riproduzione dei bassi e dei medi, finalmente.La batteria con la cancellazione attiva del rumore in chiamata passa da 4.5 ore a 3 ore, ma la ricarica tramite la custodia resta inalterata, parliamo infatti sempre di 24 ore. Con circa 5 minuti di ricarica le ho potute utilizzare per oltre un’ora.Veniamo al sodo adesso:-In primis, e parliamo del cambiamento più interessante, che per alcuni sarà graditissimo mentre per altri, (me compreso) odiato, le cuffie adottano lo standard in-ear, ebbene sì, dopo anni di design studiato ed ottimizzato per esser adatto ad ogni tipo di orecchio, la Apple ha deciso di modificare questo aspetto per venire incontro alle esigenze di tutti coloro che in aereo, treno o luoghi affollati e rumorosi, trovava le precedenti AirPods, poco insonorizzate ed immersive, io trovo quindi il cambiamento sia piacevole che negativo, piacevole perché l’isolamento ora è quasi del tutto totale, parliamo della modalità di cancellazione del rumore ATTIVA, scrivo la parola attiva io maiuscolo, perché questa cancellazione del rumore non è fittizia data semplicemente dalla capsula che è ficcata nel vostro orecchio anziché all’esterno, bensì di cuffie che per ben 200 volte al secondo, tramite il microfono nero esterno che potete notare nella quarta immagine allegata, percepiscono il suono proveniente dall’esterno, il rumore per intenderci, e che in modo per l’appunto attivo, restituiscono all’interno un suono del tutto libero da tali rumori, il principio utilizzato dalla Apple è quello di sovrapposizione e interferenza, in parole povere, se due onde sonore (e non solo), s’incontrano in opposizione di fase, si annullano l’una con l’altra, per farvela breve e renderla comprensibile, dall’esterno arriva un suono +1, e le cuffie Apple sommano al +1 un suono di tipo –1 che restituisce all’interno un suono risultante come 0 per chi sta ascoltando, quindi +1-1=0 cioè riduzione del rumore attiva.Ho cercato di rendere la questione quanto più semplice possibile, ma ciò che veramente c’interessa è che finalmente si può parlare di una modalità di cancellazione attiva dei rumori veramente valida e che funziona bene, per ottenerla doveva come quasi sempre succede metterci mano Apple, e tra non molto noteremo cloni spuntare come funghi e, vi assicuro che in quanto recensore vine di cuffie ne ho provate negli ultimi 6 mesi, e nessuna regge il confronto come questa per la cancellazione dei rumori. Quindi l’aspetto in-ear da questo punto di vista farà la gioia di molti tra voi che desideravano più silenzio durante l’ascolto della loro musica.-In secundis parliamo della modalità trasparenza. Questa modalità si può attivare in due modi, o tenendo premuto con entrambe le dita il pulsante posto sul codino della cuffia per almeno 4 secondi, o direttamente dal pannello di controllo delle AirPods sul vostro iPhone, la modalità trasparenza anziché isolare attivamente chi utilizza le cuffie, bensì prende i suoni esterni e li restituisce insieme alla musica, la chiamata ecc all’interno della cuffia, così da non isolarvi del tutto dall’ambiente che vi circonda, questa funzione è utilissima per chiunque le utilizzi in auto, moto, bici o mentre corre, ed è consigliato utilizzarla onde evitare spiacevoli incidenti dovuti al troppo isolamento sonoro. La modalità funziona veramente molto bene e consente a chiunque d’ascoltare i suoni intorno a sé senza però dover rinunciare alla musica o ad una chiamata.Per tutte e due le modalità avendole provate con un iPhone pro 11 max, vi posso assicurare che non v’è il benché minimo lag o ritardo nell’ascolto della musica, questo per me resta il più grande pregio delle AirPods rispetto ad altri competitors.Veniamo ora al design in sé per sé, le cuffie si presentano a mio dire più gradevoli alla vista rispetto alle precedenti, infatti sono più piccole e stanno meglio nelle orecchie anche se le utilizzate per fare sport, da questo punto di vista come vi dicevo le ho adorate. Ma io, e questa è un’opinione del tutto personale, se in passato prediligevo di gran lunga il design in-ear, in questi ultimi due anni trovo maggior comfort ad utilizzare cuffie che non sono in-ear e da questo punto di vista il cambio di rotta della Apple un po’ mi lascia scontento, per fortuna avendo anche le AirPods 2 posso alternarle qualora trovassi troppo opprimenti le cuffie in-ear.Devo però ammettere una cosa, io in questi mesi ho provato veramente decine di cuffie e queste per me risultano le più comode da indossare, non scappano dalle orecchie ed iniziano a darmi fastidio soltanto dopo ore ed ore d’utilizzo, cosa che con altre in-ear non avviene e che mi costringe già dopo un’ora d’utilizzo a toglierle dalle orecchie.Sempre parlando di design, il guscio delle nuove AirPods risulta maggiorato rispetto al precedente modello, ma neanche troppo in fin dei conti, restano comunque trasportabilissime nella tasca dei jeans senza risultare fastidiose. Vi consiglio comunque d’acquistare un case protettivo per evitare che si possa danneggiare, parliamo pur sempre di cuffie da quasi 300€ e meritano le dovute accortezze, e qui su Amazon se ne trovano di veramente bellissimi, è una piccola spesa che vi potrà proteggere le cuffie da spiacevoli inconvenienti.Le cuffie finalmente sono resistenti all’acqua, in passato v’era una resistenza non certificata, adesso invece lo è del tutto e parliamo dell’IPx4, quindi sono certificate per resistere a schizzi d’acqua, sudore ecc, ma non sono adatte all’utilizzo in piscina o se immerse, questo passo in avanti è più che gradito al fine d’assicurare alle cuffie una longevità maggiore, seppur come Apple specifica, la resistenza a sudore ed acqua nel tempo con l’usura delle cuffie può diminuire, poco male, se pensate che le precedenti generazioni non erano affatto certificate.Spero di non avervi annoiati finora, ma vengo presto alle conclusioni.Per me è inutile prenderci in giro, l’ecosistema Apple è di gran lunga più ottimizzato di quello Android e soprattutto ogni prodotto Apple è studiato per interagire ed interfacciarsi con i suoi simili in modo più uniforme e completo, ed oggi 15 novembre con questo nuovo paio di air pods pro, la casa della mela morsicata ha mosso un ulteriore passo in avanti in tale direzione.E vi dico ciò da utilizzatore sempiterno di Galaxy note (attualmente possiedo l’8).Negli ultimi anni ho scelto di riprovare Apple acquistando l’ultimo modello 11 pro max ed ho potuto riscontrare come in effetti io finora non sia mai riuscito a trovare un prodotto Android che funzioni bene e senza problemi con i suoi simili come riesce la Apple, per esempio, l’aggiunta del chip dedicato H1 per far interfacciare le cuffie Apple con gli iPhone in modo più equilibrato e preciso, manca in ogni prodotto Android to Android e così non sono mai riuscito a trovare cuffie che con il mio Galaxy note 8 funzionino alla perfezione, persino le AirBuds della stessa Samsung spesso presentano salti d’audio durante la riproduzione della musica, insomma, un gran pasticcio, Apple dal canto suo invece avrà un ecosistema più chiuso, ma è anche vero che lo tiene in vita in modo esemplare. Cioè io per collegare le nuove AirPods Pro, ho dovuto soltanto aprire la custodia delle cuffie ed il mio iPhone 11 pro max le ha riconosciute e trovate all’istante consentendomi di connetterle in un secondo…Sono tra l’altro le uniche in-ear provate finora che non mi fanno effetto ventosa nell’orecchio portandomi a doverle togliere dopo un paio d’ore perché iniziano a far male.Spero vi sia stata utile questa recensione e scusatemi se mi sono dilungato troppo 😉

  7. Egidio Fichera

    Dopo il primo modello di AirPods che mi ha fatto innamorare di questo genere di cuffie, ho deciso di acquistare questo modello di cuffie PRO con cancellazione del rumore e devo dire che sono state un passo avanti rispetto al secondo modello di AirPods.Sono una rivoluzione nel ambito delle AirPods una vera e proprie evoluzione di questo modello con tante miglioramenti rispetto alle seconde.PRO: Sono sicuramente delle cuffie diverse rispetto alle prime, confrontando le due custodie di ricarica non ho notato cambiamenti di dimensione il nuovo modello ha una custodia diversa ma delle stesse dimensione dei precedenti modelli ovviamente essendo che esistono solo un modello di questi nuove cuffie la custodia di ricarica è anche wireless rispettando il certificato Qi che permette la ricarica con un base wireless. La ricarica con una singola ricarica due circa 5 ore, invece se si usa la custodia di ricarica promettono più di 24 ore. Sono stato sempre una persona scettica delle cuffie in-ear, ma questo tipo di cuffie non danno alcun fastidio esse infatti hanno un test interno all’accensione che tramite una simulazione audio danno al utente le giuste indicazione per scegliere i vari cuscinetti con delle misurare diverse per il proprio padiglione auricolare, le misure presenti sono la S,M e la L. Il cavo di ricarica è lightning a USB-C.Il Bluetooth 5.0 permette una connessione istantanea delle cuffie con la possibilità di poter associare un altro tipo di cuffie delle stesso tipo per condividere una traccia audio senza condividere gli auricolari. Gestire migliorare rispetto al secondo modello come anche il ciò totalmente rinnovato.Queste cuffie rispetto ai modelli procedenti hanno la cancellazione del rumore per isolarsi dal ambiente estero e la modalità trasparenza attivabile sia dall’iPhone che dalle cuffie con una gestire questa modalità permette di sentire in maniera più leggera ambiente circostante magari per dei momenti in cui si è interessati a una determinata cosa senza togliere le cuffie o mettere in pausa. Gli auricolari sono IPX4 che li rendono resistente al sudore e pioggia.Una delle funzioni innovative di questo genere di cuffie è sicuramente la presa d’aria per equalizzare la pressione, questo permette di poter indossare gli auricolari per molto tempo senza che esse diano fastidio. L’audio è decisamente migliorato anche i basi sono più profondi.Dall’iPhone è possibile modificare le varie modalità decidendo se attiva o disattivare la cancellazione del rumore o attivare la modalità trasparenza.Nella confezione sono presenti anche i manuali d’istruzione per poter imparare le funzioni delle cuffie o come semplicemente configurarle.CONTRO: All’interno non è presente il caricabatterie da muro, ormai diventato un standard per Apple.PREZZO: Sicuramente alto, ma la qualità si fa sentire quindi giustificato.Il miglior acquisto che potevo fare la loro grandezza mi permette di portarle sempre con me e con la cancellazione del rumore è l’ideale per le città trafficate e rumorose.

  8. luigi

    Vado direttamente al sodo per le info tecniche online si trovano a bizzeffe!Oltre all aspetto estetico cambiato delle nuove AirPod Pro il loro punto di forza è l’annullamento del rumore Attivo!!Devo dire che il chip W1 lo fa egregiamente attivandolo avrete un esperienza tutta nuova nell’ascolto di brani musicali o nella semplice chiamata!Testate in attività di running e a differenza delle vecchie queste non si muovono assolutamente dall’orecchio!

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.